Il carrozziere può far causa all'assicurazione per il fermo

Autore Segreteria / Data: 25-02-2013 /

La Corte chiarisce che i crediti derivanti da danni subiti per cause di circolazione stradale sono cedibili e con questi le azioni ad essi collegate

di Antonio Benevento
La Corte di Cassazione, sezione terza civile, con la sentenza n. 51/12, depositata il 10 dicembre 2012, ha accolto il ricorso di una carrozzeria che aveva agito contro la compagnia di assicurazioni per farsi rimborsare il costo del noleggio del veicolo sostitutivo, dato al danneggiato rimasto senza macchina, durante le riparazioni. Giudice di Pace e Tribunale avevano respinto la richiesta del carrozziere perché l'azione diretta contro l'assicurazione del responsabile di un incidente stradale spetterebbe solo al danneggiato in virtù della particolare natura e importanza dei suoi interessi. Gli Ermellini sconfessano questa impostazione, sostenendo che quando si cede un credito, a meno che non ci sia un divieto di cederlo, si cedono anche le azioni connesse per legge a questo credito, quindi anche l'azione diretta contro la compagnia che assicura il responsabile di un incidente stradale.

NON E' STATO PAGATO IL "FERMO TECNICO" - Come tutti sanno, quando si subisce un danno derivante da circolazione stradale, è previsto un meccanismo di grande importanza sociale che permette a chi danneggia di non esporsi a debiti risarcitori insostenibili e al danneggiato di potersi rivolgere a un soggetto solvibile, senza dover cercare di attaccare il patrimonio di un nullatenente, o comunque senza rimanere a bocca asciutta pur avendo ragione. Questo meccanismo consiste nel far sorgere in capo al danneggiato un diritto di credito nei confronti della compagnia che assicura il veicolo del responsabile, parallelo a quello che sorge verso quest'ultimo. Orbene, nel caso di specie il danneggiato aveva "ceduto" il proprio credito risarcitorio a un carrozziere, il quale aveva chiesto alla compagnia di assicurazione del responsabile, che però evidentemente non aveva voluto pagare i 270 euro del costo di noleggio del veicolo sostitutivo (evidentemente questo carrozziere forniva un servizio "all inclusive", per così dire), detto anche "fermo tecnico". A questo punto il carrozziere ha fatto causa alla compagnia, perdendo in primo e secondo grado, ma vincendo in Cassazione.

CON LA CESSIONE DEL CREDITO SI CEDE ANCHE L'AZIONE DIRETTA - Il ragionamento svolto dai giudici di merito si basava sulla particolare natura dell'azione diretta prevista in favore del danneggiato dall'art. 144 del codice delle assicurazioni private. Essa, volta a tutelare una situazione particolarissima nel nostro ordinamento, cui il legislatore ha voluto attribuire una speciale tutela, non può secondo Giudice di Pace e Tribunale, trasferirsi in capo a soggetti terzi rispetto al rapporto di danno. I Giudici di Piazza Cavour sottolineano invece che il diritto di credito verso l'impresa assicurativa del veicolo responsabile, che nasce con lo scontro stradale, comprende e anzi consiste proprio nella possibilità di agire contro la compagnia. Nel nostro ordinamento, sottolineano gli Ermellini, con la cessione di credito, prevista dall'art.1260 e ss. del codice civile, si trasmettono anche tutti gli accessori (art. 1263 c.c.). Dunque il carrozziere, cui il danneggiato aveva ceduto il credito risarcitorio per i danni riportati al proprio autoveicolo, aveva titolo (la c.d. legittimazione attiva) per fare causa alla compagnia di assicurazione del responsabile, anche se, come nel caso di specie, si trattava solo di recuperare un piccola parte del danno, come il fermo tecnico.

Storia

Lo S.N.A.P.I.S. è un sindacato costituito nel 1978, nasce dal bisogno degli operatori per il riconoscimento giuridico della professione di Perito Assicurativo e di un giusto onorario per le loro prestazioni.

DETTAGLI

Link

Lo S.N.A.P.I.S segnala ai propri iscritti e visitatori del sito i seguenti link utili inerenti la professione del Perito Assicurativo per essere informati sulle normative e modifiche leggislative in vigore .

DETTAGLI

Corsi

Corso di preparazione alla prova d’idoneità per  l’iscrizione nel Ruolo dei periti assicurativi istituito con decreto legislativo il 7 settembre 2005 n. 209 con successive modifiche con l’art. 157. Approfondisci date e luoghi .

DETTAGLI